Filiera Italia: no a fuoco amico sul Nutriscore

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 mar. (askanews) - Massimo apprezzamento da Filiera Italia le parole del al Ministro delle Politiche Agricole Stefano Patuanelli intervenuto oggi in audizione alla Commissione Agricoltura della Camera. "L'Italia ora deve essere unita contro un sistema, quello del Nutriscore, che avvantaggia i prodotti ultra trasformati e penalizza le nostre DOP e IGP - dice il consigliere delegato di Filiera italia, Luigi Scordamaglia - prodotti d'eccellenza mono-ingredienti di altissima qualità".

"Non dimentichiamo - proseguono dalla Fondazione - che il Nutriscore è un sistema voluto da poche multinazionali che ambiscono a controllare il futuro dell'alimentazione con prodotti di sintesi". E, continua Scordamaglia, "bisogna essere compatti nel dire no a un sistema che preferisce "cibo Frankenstein" al cibo di qualità: una vergogna e una presa in giro per le filiere agroalimentari del Made in Italy".

Riferendosi alla notizia che vorrebbe Ricciardi fra i firmatari dell'appello francese a favore del Nutriscore Scordamaglia conclude: "se così fosse, qualsiasi altro Paese non accetterebbe che il consulente di un ministro in carica restasse al suo posto dopo aver sostenuto un sistema che va contro la propria filiera agroalimentare e dopo aver criticato un sistema come il Nutrinform su cui il Governo italiano e la filiera agroalimentare italiana puntano".