Filiera Italia: salvi da ultimo giro dazi ma no abbassare guardia -3-

Red/Cro/Bla

Roma, 15 feb. (askanews) - "Resta ancora molto da fare - prosegue Scordamaglia - soprattutto in termini di difesa delle nostre eccellenze contro l'Italian sounding". Già perché se in USA il Made in Italy spinge, i tarocchi di più: negli Stati Uniti, infatti, sono falsi 5 prodotti alimentari con evocazione di italianità su 6 e il falso italiano vale 23 miliardi di euro, più di 4 volte il nostro export. "Un plauso al governo e all'ultima missione del sottosegretario al Mae, Scalfarotto, durante la quale era stato chiesto il supporto del congresso Usa" dice ancora Scordamaglia e conclude "Va bene tirare un sospiro di sollievo ma resta importante continuare a sedersi ai tavoli di negoziazione bilaterale in parallelo con i negoziatori dell'Ue".