Filippine, Save the Children: 580.000 senza scuola causa vulcano -2-

Red/Orm

Roma, 22 gen. (askanews) - Nelle ultime due settimane, secondo i dati del Governo, almeno 580.000 alunni provenienti da più di 1.000 scuole hanno perso le lezioni a causa della caduta di lapilli e cenere nelle province intorno al vulcano e perché alcune delle loro scuole - circa 300 - sono state utilizzate come centri di evacuazione. Di questi, circa 55.000 scolari provengono dalle sei città abbandonate che si trovano nella zona a maggior rischio, in un raggio di 14 km dal vulcano, dove molte scuole sono state danneggiate o sono state sepolte dalla cenere. Questi alunni potrebbero rimanere indietro e non conseguire il diploma nei prossimi tre mesi, con gravi ripercussioni sulle loro prospettive di lavoro future.

Quasi 3.000 ettari di terreni agricoli - la principale fonte di sostentamento per le persone che vivono nell'area vicina al vulcano - sono ora coperti da fitte ceneri nocive, i raccolti sono in rovina e migliaia di animali da allevamento sono morti, mentre abitazioni e scuole sono state gravemente danneggiate e dovranno essere ristrutturate. (Segue)