Filippo Roma (Le Iene): ''Se Milazzo dice di avere ragione perché continua a scappare?''

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·2 minuto per la lettura

''Se Giuseppe Milazzo ritiene che ''quello che dicono di lui non è vero, se lui ritiene di avere ragione, perché continua a scappare e a negarci un’intervista in cui potrebbe fornire la sua versione dei fatti, come abbiamo chiesto più volte al suo avvocato?''. Così all'Adnkronos l'inviato de 'Le Iene' Filippo Roma dopo l'intervista rilasciata all'Adnkronos da Sergio Stravino, il legale del produttore cinematografico Giuseppe Milazzo rinviato a giudizio per truffa aggravata nei confronti della madre di Valeria Marini Gianna Orrù, che contesta l'ultimo servizio mandato in onda dal programma 'Le Iene' che mostra alcuni attori che denunciano di essere stati truffati anche loro da Milazzo.

''Abbiamo più volte cercato e poi chiesto ufficialmente a Giuseppe Milazzo, tramite il suo avvocato - spiega l'inviato de 'Le Iene - di rilasciarci un’intervista in cui potesse esporre il suo punto di vista, dopo aver sentito lo sfogo della signora Gianna Orrù in cui raccontava di essere stata da lui truffata e dopo che Milazzo aveva sostenuto ai nostri microfoni che si trattasse invece di una montatura di Valeria Marini e sua mamma Gianna. Montatura messa in piedi per via del fatto che tra lui e la signora Orrù ci sarebbe stata una storia di sesso finita contro la volontà della mamma della Marini. Versione dei fatti che però non ha trovato alcun riscontro oltre alle dichiarazioni di Milazzo".

"Inizialmente ha accettato di incontrarci per un'intervista, dettando però tre condizioni. La prima - racconta Roma - che un suo cameraman potesse filmare l'intero incontro con noi. La seconda, che l’intervista fosse pubblicata integralmente. La terza, che ci fosse l’invio preventivo, da parte nostra, in forma scritta delle domande che gli avremmo rivolto sulla vicenda. Noi abbiamo risposto che tanta è la voglia di chiarire una volta per tutte questa storia che avremmo anche potuto assecondare le sue bizzarre richieste e abbiamo già anche inviato le domande al suo avvocato. Tuttavia Milazzo non si è ancora reso disponibile a un’intervista".

(di Alisa Toaff)