Film commission, Roggiani: da R. Lombardia gestione non trasparente

·1 minuto per la lettura

Milano, 22 lug. (askanews) - "Un milione di euro erogato da Regione Lombardia nel 2015 alla Film Commission e, parte di quella cifra ottenuta dall'allora presidente Alberto di Rubba (anche ex revisore della Lega) sarebbe stata usata per comprare a un prezzo gonfiato l'immobile di Cormano, da alcuni personaggi che risultano anche loro vicini al Carroccio. Quanto sta emergendo in queste ore sul capannone nel milanese acquistato dalla Fondazione regionale inquietante e noi vogliamo vederci chiaro su ci che accaduto, visto che si tratta di soldi pubblici". E' quanto scrive in una nota la segretaria metropolitana del Pd Milano, Silvia Roggiani, all'indomani degli elementi emersi nell'ambito dell'indagine su Lombardia Film commission. "Se fosse confermato che l'operazione era finalizzata al drenaggio di risorse regionali per far arrivare soldi ai commercialisti vicini alla Lega allora sarebbe gravissimo - prosegue Roggiani - L'allora Presidente Maroni non pu cavarsela parlando di 'insinuazioni giornalistiche'. Questo uno dei tanti, anzi troppi, tasselli che si aggiunge al quadro di una gestione per nulla trasparente in Regione Lombardia. I lombardi meritano di meglio, a partire dal sapere come come vengono utilizzati i soldi pubblici".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli