Filoni: a Hong Kong e Macao incoraggiato accordo Vina-Vaticano

Città del Vaticano, 8 mar. (askanews) - Un viaggio intenso, quattro giorni di eventi religiosi e di incontri pubblici con le autorità di Taiwan. Inviato del Papa al quarto Congresso eucaristico nazionale, il cardinale Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l'evangelizzazione dei popoli, ha visitato - prima di rientrare ieri a Roma - anche a Macao ed Hong Kong. Quanto ai recenti accordi tra la Santa Sede e la Cina per la nomina dei vescovi "a parte qualche caso isolato - che naturalmente si qualifica un po' da sé perché non si può parlare solo in termini negativi e vedere tutto in negativo - io ho trovato invece da parte di tutti i sacerdoti, vescovi e anche laici che ho incontrato, un interesse molto positivo e significativo", spiega il porporato ai microfoni di Vatican News. "E' chiaro - come io ho spiegato - che vi sono problemi che vanno avanti ormai da decenni e non si risolvono in un solo giorno. La precarietà in cui a volte tante situazioni ci mettono, non significa che il fondo non sia positivo, però certamente il dialogo dovrà migliorare molti aspetti e problematiche che anche esistono all'interno della Chiesa ma anche tra la Santa Sede e la Repubblica popolare cinese. Io credo che in questo senso anche ad Hong Kong e Macao ho trovato molta positività, molto incoraggiamento. Hanno detto: 'andate avanti, questa è una buona strada': credo che questo sia anche il futuro. E poi c'è qualche voce discordante, ma mi pare che abbia diritto ad esistere qualche voce discordante".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli