Fimmg, modificato statuto: si favorisce partecipazione giovani medici

red/rus

Roma, 12 ott. (askanews) - Si è chiuso oggi il Congresso Nazionale Fimmg che quest'anno ha guardato in modo particolare ai temi della prossimità e dell'organizzazione delle cure, delineando il quadro della "Medicina Generale di domani tra demografia e cronicità". Ancora una volta, il Congresso Nazionale è stato occasione di dibattito e confronto, grazie al quale è stato possibile sottolineare le criticità, ma anche far nascere nuove proposte. E mai come quest'anno la Fimmg ha scelto di plasmare il dibattito nell'ottica di un cambiamento concreto; il Congresso ha infatti modificato lo Statuto della Federazione dei Medici di Medicina Generale riservando una presenza fissa dei giovani medici (al di sotto dei 40 anni) che assumeranno così in maniera stabile posizioni di vertice all'interno dell'esecutivo nazionale, ma anche degli esecutivi regionali e provinciali. Tra i principali sostenitori di questo cambiamento c'è il Segretario Generale Silvestro Scotti, che ha definito questa ulteriore scelta in favore dei giovani medici "un risultato storico. Diamo avvio - ha aggiunto Scotti - ad una nuova stagione che valorizzerà ancor più la Medicina Generale, mettendo al centro la salute dei cittadini e le capacità innovative dei giovani medici". Nella scelta di favorire l'accesso a ruoli di vertice del sindacato ai giovani medici c'è anche una ferma volontà di dare sempre più spazio alle donne, che oggi costituiscono oltre il 60% delle nuove leve.(Segue)