Finale degli Europei a Wembley, è scontro tra Uefa e Germania/Ue

·1 minuto per la lettura
LONDON, ENGLAND - JUNE 29: A general view of match action at Wembley Stadium during the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between England and Germany at Wembley Stadium on June 29, 2021 in London, United Kingdom. (Photo by Robbie Jay Barratt - AMA/Getty Images) (Photo: Robbie Jay Barratt - AMA via Getty Images)
LONDON, ENGLAND - JUNE 29: A general view of match action at Wembley Stadium during the UEFA Euro 2020 Championship Round of 16 match between England and Germany at Wembley Stadium on June 29, 2021 in London, United Kingdom. (Photo by Robbie Jay Barratt - AMA/Getty Images) (Photo: Robbie Jay Barratt - AMA via Getty Images)

Sulla finale degli Europei a Wembley, nel Regno Unito, continua lo scontro tra la Uefa e Berlino. “Tutte le rimanenti partite di Euro 2020 si svolgeranno come programmato” afferma la Uefa in una nota. Immediata la risposta di Berlino “Ritengo che il comportamento della Uefa sia assolutamente irresponsabile” ha detto il ministro dell’Interno tedesco, Horst Seehofer. “Le misure di mitigazione adottate in ciascuna delle sedi di Euro 2020 sono completamente allineate con le normative decise dalle competenti autorità sanitarie locali” scrive la Uefa nella nota. La società ribadisce inoltre come la responsabilità sui numeri di spettatori delle partita ricada sulle autorità locali. “Le decisioni finali sul numero di spettatori che assisteranno alle partite e i requisiti di ingresso nelle nazioni ospitanti e negli stadi ricadono nella responsabilità delle autorità locali competenti, e la Uefa segue tassativamente tutte queste misure” commenta la società. Ma il ministro dell’interno tedesco ritiene che la scelta della Uefa derivi da questioni puramente economiche. “Ho il sospetto che ci sia un problema di tipo commerciale, e ragioni del genere non dovrebbero prevalere sulla protezione della salute”, ha anche affermato, facendo poi un’appello alla società calcistica, affinché “riveda la sua posizione”.

La Uefa per giustificare la propria decisione, ha riportato anche le parole del consulente medico della società Daniel Koch. La società è intervenuta visti i recenti episodi di aumento di contagi proprio in eventi collegati ai campionati Europei. Solo ieri la notizia che circa 2mila i tifosi scozzesi sono risultati positivi al Covid nelle ultime due settimane dopo aver assistito alle partite della loro Nazionale agli Europei di calcio, allo stadio o in eventi collettivi.

“N...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli