Finanza scopre 47 taxi illegali all'aeroporto di Malpensa: multati

Red-Alp

Milano, 19 feb. (askanews) - La guardia di finanza di Malpensa (Varese) ha scoperto nell'arco di un anno 47 tassisti irregolari tra cui 9 completamente abusivi (cinque italiani, due pakistani, un indiano ed un bengalese) che lavoravano irregolarmente in aeroporto. Gli autisti sono stati colti in flagranza mentre proponevano una corsa verso il centro di Milano a turisti, perlopiù stranieri, ignari di usufruire di un servizio illecito. Lo hanno riferito le stesse fiamme gialle, spiegando che in un caso il costo proposto dagli abusivi (105 euro) era addirittura superiore di 10 euro rispetto alla tariffa ufficiale prevista dal regolamento regionale (95 euro).

In un anno circa sono stati controllati più di 3.500 mezzi e in 47 casi sono state riscontrate irregolarità per mancanza di licenza o utilizzo di autovetture non idonee (quindi anche con rischi per la sicurezza dei passeggeri), casi di taxi che non sostavano nelle aree previste, che non rispettavano la turnazione assegnata o auto a "noleggio con conducente" (Ncc) che offrivano servizi di accompagnamento ai clienti senza la prevista prenotazione.

In totale sono state elevate sanzioni amministrative per più di 70.000 euro per violazioni al Codice della strada e ritirate 47 carte di circolazione con il conseguente fermo amministrativo dei mezzi dai 2 agli 8 mesi. In 4 casi si è proceduto al sequestro del mezzo per la successiva confisca.

(segue)