Finanziamenti illeciti, Carlo Fidanza lascia: “Lo faccio per preservare Fratelli d’Italia”

·1 minuto per la lettura
Carlo Fidanza
Carlo Fidanza

Carlo Fidanza è al centro di un’inchiesta giornalistica, pubblicata da Fanpage.it, che ha portato l’europarlamentare di Fratelli d’Italia a scegliere per l’autosospensione.

Carlo Fidanza coinvolto nell’inchiesta, cosa è accaduto

Il capo delegazione al Parlamento europeo del partito di Giorgia Meloni ha scelto di autosospendersi proprio dopo la pubblicazione dell’inchiesta sui presunti finanziamenti illeciti. L’inchiesta è stata mandata in onda su La7 durante il programma Piazzapulita.

Carlo Fidanza coinvolto nell’inchiesta, cosa è accaduto

L’esponente politico ha rilasciato alcune dichiarazioni in una nota stampa. “Dopo aver visto il servizio confezionato ieri sera da Fanpage e mandato in onda da Piazzapulita voglio ribadire ai miei amici, ai miei elettori e a quelli di tutto il mio partito che non ho mai ricevuto finanziamenti irregolari. Non c’è e non c’è mai stato in me alcun atteggiamento estremista, razzista o antisemita“, commenta Carlo Fidanza.

Carlo Fidanza coinvolto nell’inchiesta, le accuse

Fidanza ha precisato di non aver ricevuto alcun finanziamento irregolare e di non aver “avuto alcun atteggiamento estremista, razzista o antisemita“, continua la nota dell’esponente politico. L’uomo ha parlato di volersi autosospendere per “preservare Fratelli d’Italia da attacchi strumentali“.

Nel frattempo Giorgia Meloni, in qualità di leader del partito, ha chiesto al direttore di Fanpage.it di poter visionare l’intero girato che dura circa cento ore. “Vorrei vedere quanto accaduto in questi tre anni. Sono rigida ma non me ne vogliate se non giudico i miei dirigenti sulla base di un filmato. Vi chiedo l’intero girato di cento ore“, commenta Giorgia Meloni .

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli