Fine settimana da bollino nero per le autostrade italiane

Cro/Ska

Roma, 2 ago. (askanews) - Fine settimana da bollino nero per la rete autostradale e principale italiana. Sono già in aumento i flussi veicolari in uscita dalle grandi città del nord per movimenti verso il sud del paese e l'arco alpino del nord-est.

Viabilità Italia è riunita per monitorare il flusso veicolare e per garantire tempestive gestioni di eventuali situazioni di grave criticità del traffico.

Innanzitutto si ricorda che dalle ore 16 di oggi fino a stasera alle ore 22 è in vigore il divieto di circolazione per i mezzi pesanti, che sarà nuovamente attivo dalle ore 08 di domani, sabato 3 agosto, fino alle ore 22 per riprendere domenica 4 agosto dalle ore 7 alle ore 22. Saranno in circolazione solo i veicoli commerciali debitamente autorizzati nonché quelli che fruiscono di particolari deroghe circa l'inizio o il termine del divieto.

Attualmente si registrano alcune criticità con formazioni di code sulle autostrade sotto elencate: - A23: 1 km alla barriera di Ugovizza verso l'Austria;

- A1: 3 km in direzione sud all'altezza dello sfiocco con la "direttissima" Bologna-Firenze e 1 km in direzione nord, a causa di un incendio di un autocarro nella galleria Val di Sambro, che ha determinato la temporanea chiusura della "direttissima";

- A1: code a tratti tra Firenze sud ed Incisa;

- A1: 4 km in direzione sud tra Ponzano Romano e diramazione Roma nord per incidente in risoluzione;

- A1: code a tratti tra Capua ed il bivio per la A30 per il traffico congestionato.

Al Traforo del Monte Bianco si registra una coda in corrispondenza del piazzale italiano verso Chamonix con un'attesa prevista di circa 30 minuti e una coda in corrispondenza del piazzale francese verso Courmayeur con un'attesa prevista di un'ora e 30 minuti.

Si segnala la possibilità che si registrino rallentamenti alle stazioni autostradali a causa di uno sciopero nazionale del personale di esazione, che interesserà il fine settimana a partire da domenica 4 agosto - dalle ore 10 alle ore 14 - e proseguire tra domenica 4 agosto e lunedì 5 agosto tra le ore 18 e le ore 02.

Tempo prevalentemente stabile e soleggiato su gran parte del Paese, con temperature, ancora elevate o molto elevate al Sud e sulla Sardegna. Una perturbazione di origine atlantica, lambendo le aree alpine occidentali, sta interessando tutte le regioni settentrionali con rovesci e temporali sparsi, estendendosi in serata a quelle centrali adriatiche. Sabato residua instabilità che interesserà il Nord-Est ed i settori adriatici del Centro.

Il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte ha emesso, nella giornata di giovedì 1 agosto, un avviso di condizioni meteorologiche avverse, che prevede precipitazioni temporalesche su Lombardia, Veneto, in estensione, dal primo pomeriggio odierno, su Emilia Romagna e Marche.

Venerdì 2 agosto: generalmente molto nuvoloso sulle regioni settentrionali con precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, che interesseranno prima i settori alpini e di nord-ovest, estendendosi rapidamente al resto del Nord e, successivamente, alle Marche. Tempo stabile e soleggiato sul resto del Paese.

Sabato 3 agosto: residua instabilità atmosferica interesserà i settori di Nord-est e le regioni centrali adriatiche, con isolati rovesci o brevi temporali a prevalente sviluppo diurno, specie a ridosso dei rilievi. Tempo stabile e soleggiato sul resto del Paese.

Domenica 4 agosto: tempo generalmente stabile e soleggiato su tutto il Paese, con sviluppo di isolate nubi cumuliformi nelle ore pomeridiane a ridosso dei rilievi, con associati possibili rovesci o brevi temporali.