Fine vita, Corte: Cappato accertò scelta consapevole Dj Fabo -2-

Cro-Mpd

Roma, 30 gen. (askanews) - "Pertanto, la formula assolutoria adottata è di insussistenza del fatto. Attualmente la sentenza costituzionale 242/2019, costituisce un punto di partenza per garantire tutte le scelte di fine vita nel nostro Paese - continua F.Gallo -. Da qui il legislatore deve partire per affermare con la legge la possibilità di porre fine alle proprie sofferenze attraverso l'aiuto medico alle persone capaci di prendere decisioni libere e consapevoli, con patologie irreversibili fonte di sofferenze fisiche o psicologiche che personalmente trovano assolutamente intollerabili".

"Ricordo inoltre, che Marco Cappato e Mina Welby sono imputati dinanzi alla Corte di Assise di Massa per l'aiuto fornito a Davide Trentini e in vista dell'udienza del 5 febbraio abbiamo chiesto che siano ammessi ulteriori mezzi istruttori".