Finge di avere il coronavirus per evitare la multa: era passata con il rosso

finge coronavirus multa

Passa con il semaforo rossa e finge di avere il coronavirus per evitare la multa: una donna di 59 anni è stata denunciata per procurato allarme. L’episodio è accaduto a Genova nel pomeriggio di domenica 1 marzo. Protagonista dell’accaduto è una signora di origine ecuadoriana. Le sono stati contestati la guida senza patente, il procurato allarme e la sostituzione di persona.

Finge coronavirus per evitare multa

Aveva superato il semaforo rosso in viale Quadrio a Genova prima di essere fermata dalla Polizia. Una donna di 59 anni di origini ecuadoriane finge di avere il coronavirus per evitare la multa, ma viene smascherata e denunciata. Un episodio singolare quello accaduto nel pomeriggio di domenica 1 marzo. La signora ha ricevuto una denuncia per procurato allarme, sostituzione di persone e guida senza patente.

Nel momento in cui è stata fermata, da quanto si apprende, la signora avrebbe mostrato un documento di guida scaduto. Tuttavia, aveva anche precisato che il documento valido era rimasto a casa. A quel punto, quindi, gli agenti l’avevano accompagnata a casa per verificare la patente, ma la donna avrebbe mostrato la licenza di guida della figlia. Gli agenti, smascherando la signora, le hanno consegnato una multa. Allora la donna ha provato a fingere malesseri, tosse, febbre e mal di testa, sperando di sembrare contagiata dal coronavirus. Di nuovo, la Polizia ha avviato la procedura prevista dal Ministero per i casi sospetti di Covid-19 : dopo aver chiamato il 118 e svolti gli opportuni accertamenti sanitari, la donna è risultata essere in perfetta salute. La terza denuncia, quindi, è stata quella per procurato allarme.