Finge sequestro per avere i soldi dai genitori: "Volevo fare come Lapo"

·2 minuto per la lettura
Finge sequestro per avere i soldi dai genitori:
Finge sequestro per avere i soldi dai genitori: "Volevo fare come Lapo" (AP Photo/Andrew Medichini)

Ha fatto credere ai suoi genitori di essere stato sequestrato e, con l’aiuto di due complici, ha chiesto il riscatto. Protagonista del finto rapimento un uomo di 35 anni di Seregno (Monza), che è stato denunciato dai carabinieri per simulazione di reato, insieme a due amici.

"Volevo fare come Lapo (Elkann, ndr) a New York” ha detto poi a carabinieri, una volta scoperto. Il 35enne si riferiva a un episodio accaduto nel 2016 quando il nipote di Gianni Agnelli venne arrestato e poi rilasciato dalla polizia di New York per aver simulato un sequestro allo scopo di ottenere dalla famiglia 10mila dollari dopo aver speso tutto in due giorni consumando alcol e droga insieme a una escort a Manhattan.

L’uomo di Seregno ha chiamato i suoi genitori raccontando di essere stato rapito da due calabresi che volevano 1500 euro per un debito di droga.

In un'altra chiamata del 35enne, ha preso parola anche un uomo con un accento calabrese che ha intimato ai genitori del finto rapito di pagare altrimenti avrebbe fatto a pezzi l’uomo: "Se volete rivedere vostro figlio intero dovete pagare", ha detto uno dei complici.

Preoccupati per la sorte del figlio, che aveva problemi di tossicodipendenza, i genitori hanno subito avvisato i carabinieri.

GUARDA ANCHE: Lapo Elkann, l’anti-eroe dei social

Con l'aiuto delle forze dell'ordine la coppia ha predisposto lo scambio di denaro. Mentre seguivano i genitori, i militari in abiti civili hanno incrociato il 35 enne per strada e lo hanno fermato. Scovati anche i due complici, un 38 enne di origini partenopee e un 49enne brianzolo, a bordo di una Bmw.

I tre uomini, che hanno confessato di aver messo in scena il finto sequestro dopo essersi fatti ispirare dalla vicenda di Lapo Elkann a New York, sono stati denunciati.

GUARDA ANCHE: Finto sequestro. Italiano aveva organizzato tutto per intascare riscatto

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli