Finge tutorial su ciglia per denunciare i lager cinesi

webinfo@adnkronos.com

Sembra un tutorial come tanti per insegnare alle sue coetanee come vada utilizzato il piegaciglia. Ma in realtà si tratta di un video-denuncia su ciò che sta accadendo ai musulmani uiguri in Cina. A 'beffare' la censura di Pechino è stata un'adolescente che, su Tik Tok, ha condiviso un video diventato presto virale.  

"Ciao ragazzi. Ora vi insegno come allungare le vostre ciglia. La prima cosa è mettere le ciglia nel piegaciglia", dice Feroza Aziz che, sempre con il piegaciglia in mano, continua parlando di ciò che sta accadendo "in Cina nei campi di concentramento dei musulmani".  

Come spiega anche in un post condiviso sul suo profilo Instagram "in Cina il governo sta catturando i musulmani uiguri per chiuderli in campi di concentramento. Una volta entrato in questi campi, sei fortunato se esci. Esseri umani innocenti vengono assassinati, torturati, violentati e sottoposti a molto altro che non riesco nemmeno a descrivere. Stanno compiendo indisturbati un genocidio contro i musulmani", dice ancora Feroza Aziz aggiungendo: "Non possiamo tacere su un altro olocausto. Siamo persone forti. Possiamo farcela. Solo se ci proviamo". "Diffondere consapevolezza fa miracoli. Siamo in grado di raggiungere milioni in tutto il mondo e raggiungere quelli con il potere di fare qualcosa", ha sottolineato.