Finlandia, ecco il primo terminal Gnl per affrancarsi dal gas russo

Il primo terminal galleggiante per gas naturale liquefatto (Gnl) della Finlandia è stato dislocato nel porto meridionale di Inkoo, che si trova a 60 chilometri a ovest di Helsinki.

Il terminal si trova nelle immediate vicinanze del gasdotto Balticconnector tra Finlandia ed Estonia: la sua capacità è destinata a coprire il fabbisogno di gas dei due Paesi, in particolare dopo il crollo delle importazioni di gas russo a causa della guerra in Ucraina.
Anche l’Estonia sta nel frattempo sviluppando un progetto di terminal Gnl.

Balticconnector consente di connettere i mercati del gas di Estonia e Finlandia, integrandoli nel mercato energetico comune europeo e aumentando l’affidabilità del sistema di approvvigionamento del gas nella regione.

A maggio, la russa Gazprom aveva annunciato di aver fornito 1miliardo e 49 milioni di metri cubi di gas naturale alla Finlandia nel 2021, circa due terzi del consumo totale del Paese. Il gas naturale, tuttavia, rappresenta solo l'8% circa del consumo energetico totale della Finlandia.

In Europa, altri Paesi stanno adottando i terminal per il gas liquefatto per ridurre la loro dipendenza dal gas russo.

A dicembre la Germania, che dipendeva per il 55% dalle importazioni di gas russo, ha inaugurato il suo primo terminal e altri cinque seguiranno nel corso dell'anno.