Finte spese mediche per un cancro alle ovaie: condannata

·2 minuto per la lettura
Finge tumore nel Regno Unito per pagare debiti di gioco
Finge tumore nel Regno Unito per pagare debiti di gioco

Una truffa in piena regola per coprire i debiti di gioco è avvenuta nel Regno Unito. La donna aveva dichiarato sui social network di avere un tumore alle ovaie e anche di non potersi permettere il pagamento delle cure. Sul web era nata una raccolta fondi volta ad aiutare Nicole Elkabbass. Fatto sta che la donna, in realtà, godeva invece di ottima salute.

Truffa e finto tumore

La 42enne affetta da lupodatia aveva pensato bene di escogitare una truffa al fine di pagare i debiti di gioco accumulati nel tempo. Secondo quanto diffuso dalla BBC la raccolta ha raggiunto oltre 45mila sterline che corrispondono a poco più di 51mila euro. Un piano studiato nei minimi dettagli con l’idea di curarsi (per finta ovviamente) presso un centro d’eccellenza in Spagna.

Una raccolta partita nel 2018 con tanto di foto in un letto d’ospedale. In realtà la donna era stata realmente in una struttura nel 2017 per un intervento pagato dalla polizza sanitaria. Ovviamente nulla a che vedere con una malattia come il cancro.

La scoperta

La raccolta fondi ha insospettito un medico che ha inviato la foto di Nicole alla polizia per verificare la veridicità della storia. Con questa cifra la donna ha invece pagato i debiti, continuando comunque a giocare d’azzardo. Viaggi in Italia e Spagna, partite del Tottenham seguite dal vivo e altri sfizi. Adesso molti donatori si sono costituiti parte civile nel processo. La donna è stata nel frattempo condannata a 2 anni e nove mesi di carcere, oltre che al pagamento delle somme ricevute.

Le truffe avvengono in ogni parte del mondo. A Napoli alcuni clienti credevano nell’affidabilità di un sito, ma in realtà si trattava di false assicurazioni online. Anche il Covid-19 è diventato motivo di speculazione.