Finte vendite online, individuato truffatore a Palermo

Xpa

Palermo, 13 set. (askanews) - La Guardia di finanza di Termini Imerese, coordinata dalla Procura termitana, ha individuato l'autore di una truffa online, identificato in un cittadino italiano residente a Palermo.

In particolare, il truffatore contattava le sue vittime sui principali portali di vendita presenti sul web e proponeva loro la vendita di prodotti, provenienti da presunte aste fallimentari, a prezzi molto vantaggiosi, tanto da attirare l'interesse di numerosi soggetti economici titolari di imprese in tutta la penisola. Una volta stabilito il contatto, l'uomo procedeva all'invio di una fattura "pro-forma" nella quale erano elencati i beni promessi nell'annuncio pubblicitario e, contestualmente, veniva richiesto il pagamento anticipato dell'importo pattuito. Il promittente acquirente, una volta effettuato il pagamento mediante bonifico destinato ad una carta Postepay Evolution, restava in attesa della merce concordata che, tuttavia, non sarebbe mai giunta a destinazione.

Per non destare particolari sospetti, il truffatore, nella fattura pro-forma che inviava alle vittime designate tramite "Whatsapp", indicava il numero di Partita Iva relativo ad una ditta realmente esistente ed intestata ad un suo omonimo, fugando, in tal modo, eventuali dubbi sulla genuinità della ditta venditrice.

L'attività svolta dal Gruppo Guardia di Finanza di Termini Imerese ha permesso di individuare l'esistenza di 6 vittime accertando truffe per circa 10.000 euro. In tal senso, sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati a verificare la presenza di ulteriori vittime nonché mirati approfondimenti utili a sottoporre a tassazione i proventi illecitamente ottenuti.