Finti SMS da Poste Italiane: la truffa che può prosciugare il conto

Poste Italiane truffa sms

Ennesimo tentativo di truffa ai danni di Poste Italiane e dei loro clienti, questa volta messo in atto tramite l’invio di un finto SMS. Qui vengono richiesti i propri dati personali che, nei casi peggiori, potranno essere utilizzati da criminali per prosciugare i conti.

Poste Italiane: la truffa degli SMS

Apparentemente si tratta di un messaggio inviato dalle Poste, ma in realtà si tratta di un vero e proprio tentativo di pishing. Questo consiste nell’utilizzare un servizio di cui gli utenti si fidano per inviare una comunicazione minacciosa e invitarli a condividere le proprie credenziali. L’SMS che in molti stanno ricevendo si configura infatti come un testo inviato da PosteInfo, ma che non ha nulla a che vedere con il servizio informativo delle Poste.

Questo il fac-smile del messaggio: “Abbiamo sospeso le sue utenze postali per manata sicurezza web. La attivi al link seguente“. Una minaccia dunque di non poter più usufruire dei propri servizi se non si cliccherà al sito annesso. Se il destinatario prova a premere sul link, si troverà davanti una pagina che imita del tutto le fattezze di quella originale di Poste Italiane, in cui verranno richiesti i dati personali. Qualora inseriti, questi giungeranno a criminali che potrebbero arrivare a prosciugare i conti correnti.

Si noterà infatti che il sito web sul quale si va a finire è diverso da quello delle Poste, nonostante l’aspetto simile, cosa che fa crollare l’inganno. La truffa è infatti facilmente smascherabile, a partire dalla poca chiarezza del messaggio inviato. Inoltre va tenuto presente che le aziende non sollecitano mai i propri clienti chiedendo i dati di accesso in questo modo. Se si vuole essere sicuri di non vedere le proprie utenze postali bloccate, si può comunque telefonare al servizio clienti e avere delucidazioni.