Fiocco rosa in casa del primogenito del famoso cantante partenopeo e il nonno è raggiante

·2 minuto per la lettura
Lo scatto pubblicato da Nino D'Angelo del nipotino
Lo scatto pubblicato da Nino D'Angelo del nipotino

Nino D’Angelo è nonno per la quarta volta con la nascita di Gaetano, figlio di Antonio, detto Toni, il primogenito del famoso cantante partenopeo e della giornalista napoletana Roberta Buonpane. Il nome del neonato richiama quello del nonno, il papà di Nino D’Angelo, che lo scorso 21 giugno ha compiuto i suoi splendidi 64 anni dopo aver festeggiato i 60 con un vero e proprio evento che aveva coinvolto l’intera città di Napoli. Gaetano è il nipotino numero quattro che viene a portare gioia nella casa di Nino D’Angelo, prima di lui il cantante aveva potuto gioire e scoppiare di orgoglio per una nipotina e altri due maschietti.

Gioia per Nino D’Angelo, nonno per la quarta volta: l’annuncio sui social dell’arrivo di Gaetano

L’annuncio lo ha dato lo stesso Nino sui suoi account social corredando le sue parole di gioia con alcune foto del nipotino. “Eccolo… 3 chili e 800. Si chiama Gaetano D’Angelo ed è il quarto dei miei nipoti… Che bellezza”. E foto e post erano corredati dai cuoricini che danno la cifra di tutta la gioia di nonno Nino per l’ingresso di Gaetano nella sua famiglia. Una gioia che fa il paio con quella del papà del piccolo, Antonio. “Toni” D’Angelo è un regista ed uno sceneggiatore affermato ed è il primogenito di Nino, nato dalla sua unione del 1979 con Annamaria Gallo.

Il mitico Nino D’Angelo nonno per la quarta volta: chi è Toni, il papà di Gaetano

Da quel matrimonio, un altro evento mainstream partenopeo ante litteram, era nato anche Vincenzo, il secondogenito, che fa il giornalista. Toni nasce dunque nel 1979, il 6 di dicembre, quando suo padre sta per lanciarsi verso l’apice della sua carriera canora e cinematografica. Da bambino si trasferisce a Roma con i genitori e inizia in età precocissima ad interessarsi al cinema ed ai suoi segreti.

Nino D’Angelo nonno per la quarta volta, gli esordi e il successo del papà di Gaetano, Toni

Lo fa tanto bene che esordisce come aiuto regista di Abel Ferrara. Le sue prime opere sono del 2002, alcuni corti molto interessanti per il valore iconico e per le storie che raccintvano. In un secondo momento, nel 2007 esce il suo primo film, “Una Notte”, che è stato candidato ai David di Donatello per la categoria dei registi esordienti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli