Fioramonti: aprire Human Technopole a sistema ricerca pubblica Paese

Mpd

Roma, 16 nov. (askanews) - "Aperta, condivisa e collaborativa. Questa è la strategia di ricerca nazionale che sosteniamo. Per tali ragioni condivido l'iniziativa illustrata oggi sulla stampa dalla collega e senatrice a vita Elena Cattaneo sulla necessità di aprire strutturalmente la Fondazione Human Technopole (HT) al sistema della ricerca pubblica del Paese". Lo ha scritto sul suo profilo Fb il ministro dell'Istruzione, Lorenzo Fioramonti.

"La ricerca italiana - si legge - può infatti rafforzarsi solo attraverso un approccio sistemico. L' HT può essere una grande risorsa per il Paese se si apre a tutte le intelligenze e ai progetti che esprime il nostro sistema di ricerca nazionale. Non una cattedrale nel deserto, quindi, ma un nodo fondamentale di un sistema aperto e collaborativo in cui ciascun ricercatore, senza distinzioni di ente di provenienza, possa sottoporre la propria idea di ricerca in modo trasparente e competitivo. L'iniziativa emendativa, che verrà formalizzata dai parlamentari la prossima settimana è nata da un coordinamento e confronto cui hanno partecipato anche i miei uffici al MIUR ed è studiata, come ricorda la stessa senatrice Cattaneo, in modo da non sottrarre risorse alla Fondazione, non prevedere nuove spese per lo Stato, non bloccare in alcun modo HT o il progetto che va sviluppandosi nell'area Arexpo, non impedire il realizzarsi degli impegni a oggi pubblicamente assunti. L'HT come 'Hub di facilities' aperto alla competizione sviluppa sotto molti aspetti il modello dello Science for Life Lab svedese, proponendo di vincolare 80 milioni (dei 140 destinati dallo Stato ogni anno alla fondazione) alla copertura dei costi di ideazione, costruzione e mantenimento di 'facilities nazionali HT' e delle spese di mobilità dei ricercatori di Università, IRCCS e Enti pubblici di ricerca dalle loro sedi ad Arexpo. In qualità di Ministro competente per l'istruzione, l'università e la ricerca scientifica sosterrò questa iniziativa affinché possa essere parte integrante della legge di bilancio che il Parlamento discuterà nei prossimi giorni", ha concluso.