Fioramonti: sì più Iva su consumi negativi per ambiente e salute

Red/Nes

Roma, 23 nov. (askanews) - Su plastic e sugar tax "sono stato da subito favorevole a un approccio diverso, che il Governo purtroppo non ha seguito, cioè quello di aumentare l'Iva su beni, consumi e servizi negativi per l'ambiente e per la salute. Se oggi si compra una bottiglia di Coca Cola da una macchinetta si paga il 10% di Iva, ma se compriamo qualsiasi altra cosa che aiuta i nostri figli si paga il 22%. Perché favoriamo con l'Iva una bottiglia di Coca Cola, che non mi sembra sia un bene di primissima necessità e nemmeno un bene italiano che dobbiamo sostenere?". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Lorenzo Fioramonti a "L'Intervista" di Maria Latella su Sky TG24

"Purtroppo - ha continuato Fioramonti - su questa questione dell'Iva c'è stato un intervento retorico da parte di alcune forze politiche, in particolar modo da parte di Italia Viva, che ha falsato la conversazione. Invece di comprendere che l'Iva si poteva aumentare in alcuni casi e abbassare in altri casi, redistribuendo risorse anche attraverso questo, si è deciso di bloccare 23 miliardi per sterilizzare la clausole di salvaguardia nella loro interezza. Questo è significato una Manovra con poco altro per fare grandi investimenti". "Per quanto riguarda la sugar tax - ha concluso il ministro - secondo me l'impianto resterà perché è stata concepita abbastanza bene".