Fiorella Mannoia contro Matteo Salvini: “La tortura? Ormai sta delirando”

Mannoia contro Salvini sul caso Cucchi

Nuovo scontro tra Fiorella Mannoia e Matteo Salvini: non è la prima volta che la cantante si scaglia contro il leader della Lega. Questa volta però non ha utilizzato mezzi termini.

L’attacco di Fiorella Mannoia

Fiorella Mannoia torna alla carica contro Matteo Salvini. Dopo gli attacchi dei mesi scorsi infatti la cantante è tornata ad esprimere tutte le sue perplessità sulle idee del leader della Lega. A questo giro a fare irritare la cantante è una frase del leader leghista, che con tanto di allegato, ripropone sul suo profilo Twitter. “Il capo leghista ai poliziotti del Sap: ‘Cambierò la legge sulla tortura’”. Questo il titolo del Manifesto condiviso dalla Mannoia con l’aggiunta di un suo commento: “La tortura è un abominio, è vietata dalle leggi internazionali. Quest’uomo ormai sta delirando”.

La cantante non è nuova a questi attacchi contro Salvini che ormai è diventato suo bersaglio quasi giornaliero.

I precedenti

“Ma che ‘razza’ di gente siete? Il lavoro del ‘ministro della paura’ sta dando i suoi frutti, ci si è messo d’impegno, giorno dopo giorno. Complimenti! Ora sarà soddisfatto”. Queste sono state le precedenti parole di Fiorella Mannoia, con chiaro riferimento a Matteo Salvini. A far arrabbiare la cantante è stato l’episodio dell’aggressione a Daisy Osakue, l’atleta azzurra colpita da un lancio di uova a Torino.