Fiorella Mannoia: Salvini delira. Lui: ti voglio bene Fiorella!

Plg

Roma, 21 nov. (askanews) - Matteo Salvini risponde alla cantante Fiorella Mannoia che lo aveva attaccato su Twitter. Come riporta "il Giornale", il leader leghista ha partecipato ieri a Rimini al Congresso Nazionale del Sindacato Autonomo di Polizia. Agli agenti presenti Salvini ha paventato la possibilità di modificare la legge che punisce la tortura, dichiarando: "Ormai lo sport preferito di alcuni detenuti è la denuncia immotivata di violenza o tortura da parte di donne e uomini in divisa delle forze dell'ordine. Bisogna rivedere quella normativa perché c'è l'avvocato 'a gratis', all'infinito, non per i poliziotti bensì per i delinquenti e quindi qua c'è qualcosa che non funziona…".

Inoltre, l'ex titolare del Viminale ha aggiunto: "Quando torneremo al governo del Paese, dovremo rivedere questa legge perché non si può lavorare col terrore di non poter garantire la propria sicurezza e l'altrui sicurezza".

Fiorella Mannoia su Twitter ha commentato così le dichiarazioni di Salvini: "La tortura è un abominio, è vietata dalle leggi internazionali. Quest'uomo ormai sta delirando". E Salvini, a sua volta, stamattina le ha risposto con un tweet: "A me piace un sacco come cantante. Ti voglio bene Fiorella!"