“I Fiori di Mozia”, una mostra a Roma per raccontare l’Isola

·1 minuto per la lettura
featured 1543725
featured 1543725

Roma, 25 nov. (askanews) – Nasce dai diari e disegni di Lorenzo Nigro, che da vent’anni dirige la missione archeologica di Mozia, isola siciliana nello Stagnone di Marsala, l’idea della mostra “I Fiori di Mozia”, che raccoglie gli acquarelli archeologici di Nigro in un percorso curato da Lauretta Colonnelli, autrice anche del catalogo dedicato, in programma allo Spazio Arti Floreali (Vicolo della Campanella, Roma) fino al 19 dicembre (aperta tutti i pomeriggi tranne il lunedi, domenica orario continuato).

L’autore Lorenzo Nigro: “Attraverso questi acquerelli, anche un po’ strani, l’idea è che si possa sognare Mozia fatta di cieli stellati e fiori, fiori bellissimi legati alla storia”.

L’esposizione intende raccontare per immagini illustrate non solo la storia delle piante che oggi si incontrano sull’isola, ma anche quella degli scavi, e delle sensazioni che pervadono gli archeologi durante il soggiorno sull’isola nei periodi di scavo, trascinando nell’incantamento di Mozia anche quelli che non l’hanno mai vista.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli