I fiori (furbissimi) stanno cambiando i loro colori per adattarsi ai cambiamenti climatici

Di Daniela Passeri
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Getty / Martin Siepmann
Photo credit: Getty / Martin Siepmann

From ELLE

Con il clima che cambia, cambiano anche i colori dei fiori. Tra le conseguenze del riscaldamento globale c’è anche questa, impercettibile per ora ai nostri occhi, ma forse già nota agli insetti impollinatori che di fiori si nutrono. Per proteggere il polline dalle radiazioni UV, i petali diventano più chiari o più scuri, dipende dalle specie, dalla forma del fiore e dei petali. In generale, aumentano i pigmenti che sono in grado di assorbire meglio i raggi solari. Lo ha rilevato uno studio dell’università di Clemson, negli Stati Uniti, che ha preso in esame decine di popolazioni di fiori in America ed Europa per verificarne la colorazione. Per ora non è chiaro se i colori che mutano stiano disorientando gli impollinatori che sono attratti proprio dai colori dei petali, oltre che dalle forme e dagli odori.

Photo credit: Getty / edoardogobattoni.net
Photo credit: Getty / edoardogobattoni.net

Per adattarsi al clima che cambia i fiori hanno in serbo altre astuzie, per esempio, cambiare quota: nelle zone montane, dove il rialzo delle temperature è stato maggiore che altrove, i fiori vanno a colonizzare terreni ad altitudini sempre maggiori, per trovare il giusto refrigerio. Lo documentano vari ricerche effettuate sugli Appennini.

Photo credit: Getty / Marik Lengauer / EyeEm
Photo credit: Getty / Marik Lengauer / EyeEm

Sono le strategie di adattamento all’ambiente del mondo vegetale. Come ci ha insegnato uno dei maggiori studiosi di piante, il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso dell’Università di Firenze, le piante sono estremamente sensibili all’ambiente, molto più di noi, e, ad ogni minimo cambiamento, mettono in atto provvedimenti per adattarsi e sopravvivere. Conoscere le loro strategie di adattamento può aiutare anche noi umani ad adattarci a un mondo in trasformazione. E già questa è una buona notizia se parliamo di cambiamenti climatici.

Photo credit: Getty / Jacky Parker
Photo credit: Getty / Jacky Parker

Certo che il clima impazzito sottopone a notevoli stress le fioriture e, di conseguenza, gli animali che si nutrono di fiori. A causa delle temperature più alte – gli ultimi anni sono stati i più caldi di sempre – la vita dei fiori si è accorciata, e di conseguenza, è diminuita la possibilità per le api e gli altri insetti impollinatori di nutrirsi e di contribuire alla riproduzione dei fiori.