Firenze celebra Tognazzi con “Semplicemente Ugo”, il 24 settembre

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 4 set. (askanews) - Un incontro nel segno di Ugo Tognazzi che fonde cultura, cinema, cucina e ricordi nella cornice della città di Firenze, mettendo in connessione due Case della Memoria legate a doppio filo al mondo del gusto. È fissato per il prossimo 24 settembre (alle 15:30) a Villa Bardini (Costa San Giorgio, 2) l'evento "Semplicemente Ugo. Firenze, la cucina, i film, le zingarate, da Casa Artusi a Casa Tognazzi. La rete italiana delle Case della Memoria". Una festa in occasione del centenario della nascita di Ugo Tognazzi, promossa dall'Associazione Nazionale Case della Memoria, che ha nella sua rete sia la casa di Ugo Tognazzi a Velletri che quella di Pellegrino Artusi a Forlimpopoli.

L'appuntamento vedrà protagonisti anche Ricky e Gianmarco Tognazzi. Con loro, coordinati da Marco Capaccioli, vicepresidente dell'Associazione Nazionale Case della Memoria, dialogheranno il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, il sindaco di Firenze Dario Nardella, Luigi Salvadori, presidente Fondazione CR Firenze, Jacopo Speranza presidente Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, Adriano Rigoli presidente Case della Memoria, Milena Garavini sindaca di Forlimpopoli, Antonia Ida Fontana presidente del Centro Associazioni Culturali Fiorentine, Laila Tentoni presidente di Casa Artusi. Modera la giornalista Lisa Ciardi.

"ll profumo di un buon ragù l'avrebbe usato anche come dopobarba disse il grande Ugo Tognazzi per spiegare l'intensità della sua vera passione: la cucina - ricorda il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani -. Citando questa sua famosa frase sottolineo quanto sia stata felice l'idea di celebrare il centenario della nascita di uno degli attori simbolo del panorama italiano coniugando cinema e cucina. Da qualsiasi luogo ci stia guardando adesso, Tognazzi sicuramente approverà l'accoppiata con Pellegrino Artusi, anche lui un maestro dell'arte, del gusto, del buon vivere: i due sono certo sarebbero andati d'accordo. Ma al di là della sua grandezza, del suo innato talento, delle sue naturali comicità ed eleganza, Ugo Tognazzi per noi toscani è e sarà sempre indissolubilmente legato al capolavoro della trilogia di Amici Miei. Il personaggio del conte Mascetti - conclude Giani - da lui intrepretato magistralmente è entrato nella memoria e nel gergo di tutti facendocelo amare spassionatamente da 50 anni".

"Firenze ha un legame speciale con Ugo Tognazzi - dichiara il sindaco di Firenze Dario Nardella -, grande regista e straordinario attore con una forte passione per la cucina, attraverso la quale esprimeva se stesso. Lo stretto legame tra Ugo Tognazzi e il cibo è evidente perfino in alcuni dei suoi film più famosi, dove la cucina o i momenti conviviali sono richiamati fin dal titolo. Questo appuntamento sarà l'occasione per festeggiare Ugo Tognazzi e conoscerlo ancora meglio attraverso la rete italiana delle Case della Memoria che lo celebra mettendolo in coppia al Pellegrino Artusi, due personalità di immenso valore. Noi fiorentini abbiamo nel cuore 'Amici miei'; quel film con i suoi indimenticabili personaggi fa parte di noi e sono lieto che la città ospiti questo evento per il centenario della nascita di uno dei protagonisti della stagione d'oro della commedia all'italiana".