Firenze, da oggi sugli autobus si paga contactless

webinfo@adnkronos.com
Ovunque nel mondo, le grandi città sono in fermento per fronteggiare le  nuove sfide del trasporto pubblico. In Italia, è Firenze la prima ad  abbracciare la tecnologia contactless sugli autobus urbani (Ataf),  diventando più (sm)art city. Da oggi, infatti, i passeggeri di ATAF e dei servizi Volainbus e The  Mall di Busitalia possono avvalersi delle loro carte di debito, credito,  prepagate o dispositivi contactless per pagare il biglietto direttamente  sull’autobus: basta avvicinare la propria carta di pagamento o device al  validatore di bordo.   “Chiave del successo economico di una città così come di uno stile di  vita sereno per chi vi abita, - sottolinea Andrea Fiorentino, Head of  Product & Solutions Southern Europe di Visa - è un sistema di trasporto  che muova le persone in modo rapido e facile, ogni giorno. Lavorando con  il trasporto pubblico a Firenze, Visa ha aiutato a implementare un  sistema contactless che offre ai passeggeri un modo più semplice di  viaggiare senza le frustrazioni legate all’acquisto del biglietto  fisico. Ora Firenze si è messa al pari delle città globali più  lungimiranti quando si tratta di garantire a residenti e visitatori una  navigazione facile della città."  Secondo le Nazioni Unite, entro il 2050, il 68% della popolazione  mondiale vivrà nei centri urbani - e il numero di "megalopoli" con  popolazioni superiori a 10 milioni di persone, aumenterà da 43 a 51  entro lo stesso periodo. In Italia, le amministrazioni comunali stanno  investendo in grandi progetti infrastrutturali di lungo termine come  estensioni delle linee della metropolitana e autobus più efficienti,  così come in piccoli progetti incrementali, quali il semplificare i  pagamenti e il fornire informazioni in tempo reale, che hanno il  potenziale di creare miglioramenti significativi sul breve termine  riducendo i punti dolenti che i consumatori sperimentano ogni giorno.   L’utilizzo dei sistemi di trasporto pubblico può intimidire,  specialmente in luoghi sconosciuti o in città con reti grandi e  complesse, ma la tecnologia può rendere più semplice e conveniente  l’esperienza di viaggio. Visa Global Study sottolinea che le opzioni di  pagamento complesse fungono da barriera nei viaggi e sono causa di molti  reclami e che l'utilizzo del trasporto pubblico potrebbe aumentare di un  quarto (27%), se i pagamenti fossero più facili.  Email di contatto: https://www.visaitalia.com/  Fonte: https://www.visaitalia.com/

Ovunque nel mondo, le grandi città sono in fermento per fronteggiare le  

nuove sfide del trasporto pubblico. In Italia, è Firenze la prima ad  

abbracciare la tecnologia contactless sugli autobus urbani (Ataf),  

diventando più (sm)art city. 

Da oggi, infatti, i passeggeri di ATAF e dei servizi Volainbus e The  

Mall di Busitalia possono avvalersi delle loro carte di debito, credito,  

prepagate o dispositivi contactless per pagare il biglietto direttamente  

sull’autobus: basta avvicinare la propria carta di pagamento o device al  

validatore di bordo. 

  

“Chiave del successo economico di una città così come di uno stile di  

vita sereno per chi vi abita, - sottolinea Andrea Fiorentino, Head of  

Product & Solutions Southern Europe di Visa - è un sistema di trasporto  

che muova le persone in modo rapido e facile, ogni giorno. Lavorando con  

il trasporto pubblico a Firenze, Visa ha aiutato a implementare un  

sistema contactless che offre ai passeggeri un modo più semplice di  

viaggiare senza le frustrazioni legate all’acquisto del biglietto  

fisico. Ora Firenze si è messa al pari delle città globali più  

lungimiranti quando si tratta di garantire a residenti e visitatori una  

navigazione facile della città." 

 

Secondo le Nazioni Unite, entro il 2050, il 68% della popolazione  

mondiale vivrà nei centri urbani - e il numero di "megalopoli" con  

popolazioni superiori a 10 milioni di persone, aumenterà da 43 a 51  

entro lo stesso periodo. In Italia, le amministrazioni comunali stanno  

investendo in grandi progetti infrastrutturali di lungo termine come  

estensioni delle linee della metropolitana e autobus più efficienti,  

così come in piccoli progetti incrementali, quali il semplificare i  

pagamenti e il fornire informazioni in tempo reale, che hanno il  

potenziale di creare miglioramenti significativi sul breve termine  

riducendo i punti dolenti che i consumatori sperimentano ogni giorno. 

  

L’utilizzo dei sistemi di trasporto pubblico può intimidire,  

specialmente in luoghi sconosciuti o in città con reti grandi e  

complesse, ma la tecnologia può rendere più semplice e conveniente  

l’esperienza di viaggio. Visa Global Study sottolinea che le opzioni di  

pagamento complesse fungono da barriera nei viaggi e sono causa di molti  

reclami e che l'utilizzo del trasporto pubblico potrebbe aumentare di un  

quarto (27%), se i pagamenti fossero più facili. 

 

Email di contatto: https://www.visaitalia.com/  

Fonte: https://www.visaitalia.com/