A Firenze nasce l'abito sospeso per aiutare le mamme in difficoltà

·2 minuto per la lettura
Photo credit: lithiumcloud - Getty Images
Photo credit: lithiumcloud - Getty Images

Dopo la sospensione della tampon tax sugli assorbenti da parte delle 21 farmacie comunali di Firenze, dal capoluogo toscano arriva un'altra bella notizia per le donne. Per aiutare le mamme in difficoltà economica, l'impresa sociale Flo Concept promuove L'abito sospeso, un'iniziativa che, prendendo spunto dalla tradizione partenopea del "cafè sospeso" consente, a chi lo desidera, di acquistare un abito o un accessorio per bambini della collezione "del Cuore". Una volta ordinato, il capo viene realizzato a mano nel laboratorio di sartoria di Lungarno Corsini 30/34r e donato ad Acisjf Firenze, associazione che da oltre un secolo sostiene le categorie fragili della città, in particolare giovani madri. "L'acquisto avviene sotto forma di donazione, a prezzo di costo – spiega Elisabetta Renzoni, presidente dell’impresa sociale Flo Concept, che per questo progetto speciale ha avuto subito l'appoggio incondizionato dell'assessora al Welfare del Comune di Firenze Sara Funaro –. E nel caso di acquisti superiori a 150 euro, Flo aggiunge all’abito sospeso un altro capo e/o accessorio bambino da donare all’associazione".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Una collaborazione, quella tra l'impresa sociale Flo e Acisif, che offre un aiuto concreto a tutte le mamme in difficoltà economica, supportandole nella loro genitorialità attraverso un gesto d'amore, che acquista ancora più valore in un anno difficile come quello della pandemia, dove sono state 99mila le donne a perdere il posto di lavoro negli ultimi mesi. L'iniziativa fa parte delle molte attività con cui Flo Concept da 10 anni supporta le categorie protette, garantendo loro uno spazio accogliente e sicuro dove imparare un mestiere. Dal 2011 questa cooperativa sociale ha accolto 80 persone attraverso inserimenti socio-terapeutici, tirocini, borse lavoro, corsi di cucito e per tagliatori di pelle, contratti a tempo determinato e indeterminato. "Ci piace immaginarci come una grande famiglia fluida – conclude Elisabetta Renzoni –, con persone che imparano, crescono e ritrovano sicurezza nei nostri spazi protetti, per poi prendere il volo e costruirsi un percorso individuale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli