Firenze, turista statunitense muore dopo aver raggiunto la cima della Cupola del Brunelleschi

La cupola del Brunelleschi
La cupola del Brunelleschi

A Firenze un turista statunitense muore dopo aver raggiunto la cima della cupola del Brunelleschi. I vigili del fuoco e i sanitari del 118 hanno tentato un salvataggio in condizioni quasti estreme, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare.

Firenze, turista muore sulla Cupola del Brunelleschi

Aveva 67 anni ed era in vacanza in Italia per ammirare le bellezze del nostro Paese. Un uomo statunitense, come tanti altri turisti, aveva deciso di ammirare la cupola del Brunelleschi e le opere di Giorgi Vasari. Purtroppo, però, dopo aver affrontato i 463 gradini per raggiungere la cupola di Santa Maria del Fiore, duomo della città di Firenze, ha avuto un forte malore. Quasi sicuramente a contribuire è stato il forte caldo che ha colpito l’Italia nel mese di giugno 2022.

I soccorsi

Le persone presenti sul posto ed il personale hanno allertato subito i soccorsi. Immediatamente si sono recati sul luogo della tragedia i vigili del fuoco che muniti di autoscala hanno raggiunto il 67enne in cima alla cupola. Ad attenderlo vi erano due ambulanze ed un’automedica. La vicenda è avvenuta questa mattina, 22 giugno 2022. Il decesso dell’uomo è stato registrato poche ore dopo il malore presso l’ospedale Santa Maria Nuova.

Il commento dell’Opera di Santa Maria del Fiore

Come si apprende da la Repubblica, l’Opera di Santa Maria del Fiore ha dichiarato che i monumenti “sono forniti di regolari documenti di valutazione dei rischi. Sul sito dell’Opera da sempre è evidenziato che la salita alla Cupola del Brunelleschi e al Campanile di Giotto è fortemente sconsigliata a persone che hanno problemi fisici e in particolare a quelli con problemi cardiocircolatori“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli