Firenze, uccise il figlio di un anno a coltellate: condannato a 20 anni

webinfo@adnkronos.com

Il giudice del tribunale di Firenze, Fabio Frangini, ha condannato a 20 anni, con il rito abbreviato, Niccolò Patriarchi, 34 anni, programmatore informatico, che il 14 settembre 2018 uccise il figlio di un anno, Michele, a coltellate in casa a Scarperia (Firenze). L'accusa, rappresentata dal pm Benedetta Foti, aveva chiesto l'ergastolo. L'uomo è stato assolto, invece, dall'accusa di tentato omicidio della figlia di 7 anni, e la compagna, Annalisa Landi, 30enne impiegata, con la quale aveva avuto una discussione per motivi di gelosia. Patriarchi è stato anche riconosciuto semi infermo di mente: quando avrà scontato la condanna, dovrà passare altri tre anni in una struttura protetta come misura di sicurezza.