Firme referendum cannabis, Decaro (Anci) scrive ai sindaci

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 27 set. (askanews) - "Caro Collega, in queste ore gli uffici comunali di oltre 1.400 Comuni sono interessati dalla certificazione dell'iscrizione alle liste elettorali dei sottoscrittori del referendum "Cannabis legale". Le modalità di raccolta delle firme e gli adempimenti successivi sono fortemente innovative rispetto alla prassi tradizionale. La trasformazione digitale anche degli istituti di partecipazione popolare è intervenuta in un momento complesso e delicato per gli uffici elettorali di molti Comuni sia per quelli che sono interessati dal voto amministrativo sia per quelli che devono riorganizzare e riprogrammare le attività post periodo emergenziale. Tutto ciò però non può e non deve impedire il deposito in Cassazione delle firme utilmente raccolte entro il 30 settembre.

"Pur nella consapevolezza delle innumerevoli difficoltà, Ti chiedo di verificare l'effettivo ed efficace supporto, da parte della Tua Amministrazione, all'esercizio di un diritto costituzionalmente tutelato e garantito come quello della partecipazione democratica dei cittadini all'iniziativa legislativa. Al contempo, verificherò con il Ministero dell'Interno e il Ministero della Giustizia, possibili soluzioni per fronteggiare questa "emergenza democratica" che non può ricadere solo sulle spalle dei sindaci. Certo della Tua attenzione e della Tua collaborazione, Ti saluto cordialmente", conclude Decaro.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli