**Fisco: è scontro su cashback, ma Draghi tira dritto**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 giu. (Adnkronos) – L'incidente diplomatico vero e proprio arriva dopo 12 ore di silenzio. “La sospensione del cashback è un errore”, dice Stefano Patuanelli, ministro dell'Agricoltura e capodelegazione del M5S al governo, a margine del Consiglio europeo in Lussemburgo. La delusione, dichiarata senza giri di parole, arriva a dodici ore dalla cabina di regia che, alle prese con licenziamenti e cartelle esattoriali, ha decretato a sorpresa una sospensione di sei mesi del meccanismo di premi e rimborsi per chi utilizza i pagamenti elettronici. Con un chiaro obiettivo anti-evasione messo in piedi dal governo di Giuseppe Conte, che aveva finanziato il progetto con cinque miliardi fino al giugno del 2022. E messo in stand-by da Draghi con un anno di anticipo, con l'obiettivo – illustrato nel vertice di ieri- di rodare la norma.

Lo stop del presidente del Consiglio arriva, per giunta, proprio mentre il suo predecessore è alle prese con un estenuante braccio di ferro con Beppe Grillo, per assumere la guida del Movimento. Patuanelli auspica "si possa tornare indietro su questa decisione" e spiega di averlo "detto e ripetuto ieri in cabina di regia". “Un errore la sospensione del cashback che come strumento di incentivo all’utilizzo di pagamenti elettronici e lotta all’evasione è stato perfetto. Chiederemo in Consiglio dei Ministri i motivi di questa decisione”, rincara la dose la ministra grillina Fabiana Dadone, seguita a stretto giro dai deputati del M5S in Commissione Finanze alla Camera. Ma sia fonti di governo che del Mef assicurano che Draghi sarebbe "deciso a tirare dritto", "resta la sua linea" e nuovi vertici "non sono in programma, dubito ce ne saranno".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli