Fisco: Angiola (Azione), 'non cambiano criteri catasto, italiano condannati ad arretratezza'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 5 mag. (Adnkronos) – "Massì teniamoci le cose che non funzionano. Le esigenze di modernizzazione di un sistema obsoleto, possono attendere. Il paradiso può attendere. Continuiamo ad applicare il moltiplicatore 160, che domani potrà essere 100, 150, 170, 180 o qualsiasi altro numeretto a caso, a rendite che si sono stratificate in epoche totalmente diverse, rendite totalmente sganciare dal mondo delle cose vere e reali. Contenti loro, contenti tutti”. Così il deputato Nunzio Angiola di Azione, componente della Commissione Finanze a Montecitorio, dopo l’annuncio da parte del Centrodestra che il catasto italiano verrà progressivamente aggiornato, ma senza cambiamenti rispetto ai criteri attuali.

“Il centrodestra terrorizzando gli italiani con fantasmi inesistenti, visto che mai nessuno ha neppure remotamente immaginato di aumentare le tasse sulla casa e che l’aumento era tassativamente escluso nel testo della delega, li ha condannati all’arretratezza. E meno male che la riforma fiscale è indicata nel Pnrr tra le azioni chiave per dare risposta alle debolezze strutturali del Paese!”, ha concluso Angiola.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli