Fisco: Articolo Uno presenta sua proposta, si chiama 'Progressiva' (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Ed ancora per Articolo Uno "occorre ripensare alle imposte sui redditi e sui patrimoni. Le ipotesi sono due: o si affianca all’Irpef – da intendersi come imposta sui soli redditi da lavoro, dipendente e autonomo, e pensione – una imposta personale e progressiva sul patrimonio posseduto (mobiliare e immobiliare) con una franchigia di 250.000 euro e un’aliquota massima intorno all’1%, sopprimendo tutti i prelievi patrimoniali oggi esistenti".

"Oppure si mantengono le imposte patrimoniali in essere (l’Imu e l’imposta di bollo sulla ricchezza finanziaria, con un’aliquota dello 0,25-0,26%) e si introduce nell’Irpef il reddito figurativo del patrimonio (mobiliare e immobiliare), prevedendo un credito di imposta pari alle imposte patrimoniali pagate. In entrambi i casi si deve procedere a una riforma del catasto che consenta omogeneità e verosimiglianza nel calcolo dei valori immobiliari".

Inoltre "occorre ricondurre l’Irpef a un principio di rigorosa e trasparente progressività, attraverso l’utilizzo del cosiddetto modello tedesco, che permette di conoscere per ogni livello di reddito l’aliquota media da applicare. La progressività garantita da questo sistema è articolata in modo da alleggerire il peso sui ceti medi e medio-bassi". Occorre "infine garantire il finanziamento del welfare spostandone il peso dai redditi da lavoro (come avviene oggi) a tutti i tipi di reddito".