Fisco: Bagnoli (Cia), 'Caf fondamentali, ma serve selezione'

·1 minuto per la lettura

"La riforma fiscale ha dei punti cardine, tra cui uno sulla semplificazione. Non possiamo immaginare però una semplificazione con un rapporto diretto tra pa e contribuente. I corpi intermedi, i Caf, quindi sono fondamentali non in quello che fanno oggi che è acquisito, ma anche in altre attività per il futuro. Non possiamo immaginare però che questo sia appannaggio di tutti, servono delle regole, servono le fidejussioni, i crediti formativi. Serve selezione se si vuole fare avanzare il ruolo dei Caf". Lo ha detto Massimo Bagnoli, responsabile fiscale Cia, intervenendo al convegno 'Al centro della riforma. Un fisco più equo per persone e comunità', organizzato da Caf Cia a Roma.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli