Fisco: Caf-Cia, basta differenze tra tipologie di reddito, governo lavori su equità

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 23 giu. (Labitalia) – "Alle porte del tanto atteso disegno di legge di riforma del sistema fiscale italiano che dovrebbe vedere la luce entro il 31 luglio, gli appelli ad un sistema più equo si moltiplicano in maniera esponenziale. La tassazione dei redditi prodotti dalle persone fisiche non può essere diversa a seconda della differente modalità con cui si genera il reddito (di lavoro dipendente, di lavoro autonomo o d’impresa). Il principio di capacità contributiva sancito dall’articolo 53 della Costituzione non può avere valenze e pesi diversi in funzione della tipologia di contribuente che produce il reddito tassato". E' quanto dichiara Alessandro Mastrocinque, presidente di Caf-Cia, il sistema dei centri di assistenza fiscale di Cia agricoltori italiani.

"A parità di reddito, ad esempio, un lavoratore dipendente -continua Mastrocinque- è penalizzato con circa il 30% di imposte rispetto ad un professionista in regime forfettario o un possessore di immobili locali in cedolare secca che pagano invece il 10%. Pertanto, nell’ottica di una riforma fiscale, la prima misura da adottare è senz’altro l’applicazione di regole di determinazione dell’imposta uguali (o almeno molto simili) tra le diverse categorie. Se l’equità è la base su cui costruire il nuovo sistema fiscale italiano, il Governo ha davvero un grande lavoro da fare", spiega ancora Mastrocinque.

"I tempi iniziano ad essere stretti: considerando che questa riforma impatterà anche sulla possibilità di utilizzare i fondi del Pnrr, tanto vitali per la nostra Italia, e la portata degli impatti sociali (come visto dagli esempi gli effetti di un sistema di tassazione non propriamente equo produce storture sociali molto evidenti), auspichiamo un rapido avvio dei lavori e della necessaria fase di confronto con tutte le parti sociali e gli intermediari coinvolti", conclude Mastrocinque.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli