**Fisco: Cuperlo, 'Marcucci vs Letta? Non dico sbaglia partito ma certo sbaglia obiettivo'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 20 mag. (Adnkronos) – "Sulla tassa di successione l’Italia è nei fatti un paradiso fiscale. Applichiamo l’aliquota più bassa è la franchigia più alta di tutto il continente europeo". Lo sottolinea Gianni Cuperlo del Pd.

"Applicare una correzione di quella aliquota e di quella franchigia sopra il milione di euro come ha proposto oggi il segretario del Pd, Enrico Letta, è una proposta di assoluto buon senso se formulata da un partito che si colloca culturalmente e politicamente nel campo del centro sinistra. Rispetto la posizione del capo del governo che deve tenere compatta una maggioranza nella quale sono presenti anche forze che culturalmente appartengono all’altro campo, quello del centrodestra".

"Non riesco a comprendere, invece, le ragioni che spingono il senatore Andrea Marcucci, sino a qualche settimana fa presidente del gruppo del Partito Democratico al Senato, a prendere prontamente posizione contro la proposta del segretario del suo partito, ma soprattutto contro una proposta che dovrebbe rappresentare i valori nei quali si riconosce anche un senatore del centrosinistra. Non mi azzarderei mai di sostenere che il senatore Marcucci ha sbagliato partito: mi permetto però di dire che di sicuro ha sbagliato obiettivo".