Fisco, Di Maio: aspettiamo carcere e confische per grandi evasori

Coa

Roma, 14 ott. (askanews) - La lotta all'evasione "non la si può fare da timidi, bisogna essere decisi e chiari" e il Movimento Cinquestelle si attende entro lunedì che "si possa inserire nelle leggi dello Stato il carcere per i grandi evasori e la confisca per sproporzione". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, a margine del Consiglio Affari Esteri in Lussemburgo.

"Per me in Italia" la lotta all'evasione "la si fa in tanti modi, anche incentivando l'utilizzo di carte di credito, post pay, banco posta", ha spiegato il ministro. Ma lotta all'evasione "significa anche contrastare i grandi evasori e ci aspettiamo che da qui a lunedì, quando si approverà il testo della legge di bilancio, il testo del decreto fiscale, si possa inserire nelle leggi dello Stato il carcere per i grandi evasori e la confisca per sproporzione". Questo - ha insistito Di Maio - "significa che chi evade e viene beccato con le mani nel sacco, non solo lo punisci ma gli confischi quello che ha comprato grazie ai soldi dell'evasione e anche più dell'equivalente dell'evasione".