Fisco e manovra, Conte inaugura l’anno di studi della Gdf

Fisco e manovra, Conte inaugura l’anno di studi della Gdf

Roma, 19 nov. (askanews) – “Tutti devono pagare le tasse, affinché tutti possano pagare meno”.

Inaugurando l’anno di studi 2019-2020 della Guardia di Finanza, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è tornato a parlare di evasione fiscale, ma anche della manovra.

“La manovra si compone del decreto legge fiscale, la legge di bilancio mette in atto una chiara strategia di politica economica. Abbiamo voluto evitare l’aggravio sulla pressione fiscale, pure su un contesto, in un quadro di finanza pubblica particolarmente complicato, abbiamo cercato anzi di incrementare gli investimenti per la crescita, la sostenibilità ambientale e sociale, le misure per le famiglie, per i lavoratori, per il welfare”.

“Si tratta di una manovra quindi di una manovra, che nonostante il quadro macroeconomico internazionale particolarmente complesso, particolarmente sfidante, e le previsioni di rallentamento dell’economia globale, possiamo davvero definirla moderatamente espansiva, orientata verso una crescita duratura, la sua crescita strutturale”.

Riguardo al lavoro e al ruolo degli uomini e delle donne della Guardia di Finanza, Conte ha sottolineato: “Le attività illegali in campo economico e finanziario rappresentano per voi la sfida principale e fondamentale e in questo senso siete i migliori alleati del Governo e delle istituzioni”.