Fisco, Fiorini (Fi): bisogna abolire plastic tax

Pol/Vlm

Roma, 15 gen. (askanews) - "Bisogna abolire la plastic Tax di 45 centesimi al chilogrammo sui prodotti di plastica monouso che il Governo ha inserito nella legge di bilancio e che entrerà in vigore dal luglio 2020 colpendo un settore avanzato del sistema produttivo nazionale. L'Italia è il secondo Paese dell'Ue nella produzione delle plastiche trasformate, le imprese di settore sono oltre 2.000 e impiegano 50.000 lavoratori. Sono considerazioni che dovrebbero far capire al Governo che non basta rimodulare la tassa che ha introdotto, ma che bisogna eliminarla del tutto". Lo afferma la deputata emiliana di Forza Italia Benedetta Fiorini, segretario della Commissione Attività produttive della Camera.

"In particolare - aggiunge Fiorini - in Emilia Romagna l'impatto economico sarà più amplificato che altrove per la fortissima concentrazione dei costruttori di macchinari per il confezionamento e l'imballaggio. Nella packaging valley emiliana operano quasi due aziende su tre di questo specifico comparto produttivo nazionale e garantiscono in regione quasi 20 mila posti di lavoro e 5 miliardi di euro di fatturato l'anno. Numeri che, se sommati agli oltre 16 mila addetti delle circa 230 imprese di trasformazione plastica emiliane, danno la misura della rilevanza che riveste la filiera della plastica, in modo diretto o indiretto, nella regione. Perciò - conclude Fiorini - diciamo a Bonaccini e al ministro Gualtieri che non ci accontenteremo di una loro rimodulazione della plastic tax, che non servirebbe a nulla, ma ne chiediamo la totale cancellazione".