Fisco, Forza Italia: da governo atteggiamento inqualificabile

Pol-Afe

Roma, 19 lug. (askanews) - "Nell'anno della pandemia e del lockdown il Governo si rifiutato di concedere quella proroga al 30 settembre dei versamenti dei saldi e primi acconti IRPEF e IRES, per le piccole imprese e le partite IVA individuali, che in passato, compreso l'anno scorso, stata concessa. Si tratta di un comportamento inqualificabile, perch denota la pi totale mancanza di rispetto nei confronti dei contribuenti e dei loro commercialisti, ma anche irresponsabile, perch trasmette il messaggio che lo Stato talmente in difficolt da non essere in grado di fare nemmeno cose che ha gi fatto in anni normali a fronte di disagi molto minori per contribuenti e commercialisti. Forza Italia chiede al Governo di comunicare gi nella giornata di domani l'impegno politico a inserire, nel primo provvedimento utile, una norma di "proroga ex post" che escluda sanzioni per le piccole imprese e le partite IVA individuali che verseranno entro il 30 settembre. Non esiste al mondo che lo stesso Governo che tergiversa sulla utilit del MES racconti che non ha la liquidit per fare una cosa tutt'altro che straordinaria.Si prendono in giro i cittadini e si mandano segnali pessimi ai mercati, nel perfetto stile 'dilettanti allo sbaraglio' che ha caratterizzato questi mesi". Lo affermano, in una nota congiunta, Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di Forza Italia, e Giorgio Mul, deputato e capo Dipartimenti del movimento azzurro.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.