Fisco: Fratoianni, 'patrimoniale? Gli italiani non sono tutti uguali'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 set. (Adnkronos) – “Questo è un Paese in cui la discussione sul fisco è impraticabile. Ogni volta che se ne discute la media della politica italiana sa dire solo una cosa: che le tasse vanno abbassate, che le tasse vanno tolte. Come se la pressione fosse uguale per tutti e come se i cittadini e le cittadine fossero tutti uguali". Lo dice il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni in un intervista a Fanpage.

“Draghi recentemente, commentando la nostra proposta di patrimoniale e la riforma del fisco, – prosegue l’esponente dell’opposizione di sinistra – ha detto 'non è il momento di chiedere agli italiani, ma è il momento di dare'. L'imbroglio di questa frase sta nella parola 'italiani', perché non siamo tutti sulla stessa barca. In questo Paese c'è chi non ce la fa e chi ha enormi fortune. L'incapacità di affrontare questo tema è molto provinciale".

“Bisogna riformare al più presto nel segno dell’equità – conclude Fratoianni – l’imposizione patrimoniale del Paese, che esiste già, e trasformarla in un’unica imposta patrimoniale fortemente progressiva. La sproporzione nella distribuzione della ricchezza nel nostro Paese è talmente grande e insopportabile che occorrono subito correttivi, nella direzione della nostra proposta di legge di iniziativa popolare su cui stiamo raccogliendo firme in tutta Italia.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli