Fisco: Gdf sequestra beni per 141 mln all'”architetto di Putin”

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 ago. (askanews) - Abitazioni di lusso, un elicottero, disponibilità bancarie, denaro contante, gioielli, opere di arte moderna e contemporanea di autori famosi e svariati altri beni di lusso per un ammontare complessivo di oltre 141 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza a Lanfranco Cirillo, 63 anni, professionista bresciano soprannominato l'"architetto di Putin".

L'indagine, diretta dalla Procura Distrettuale di Brescia, ha portato alla scoperta di un presunto casp di residenza fittizia all'estero. Da qui le accuse di contrabbando, dichiarazione infedele dei redditi, riciclaggio, autoriciclaggio e trasferimento fraudolento di valori contestate al 63enne che, secondo la ricostruzione degli inquirenti bresciani, non avrebbe dichiarato redditi per decine di milioni di euro tra il 2013 e il 2019, periodo in cui avrebbe mantenuto in Italia il centro dei propri interessi familiari, affettivi ed economico-patrimoniali.

Gli accertamenti economico patrimoniali condotti dalle Fiamme Gialle hanno fatto emergere che il reale patrimonio del professionista era del tutto sproporzionato rispetto ai redditi imponibili dichiarati. Elementi che hanno portato il gip di Brescia a disporre il sequestro preventivo di beni chiesto dalla procura.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli