Fisco, Giacomoni: oppressione fiscale, burocratica e giudiziaria

Pol-Afe

Roma, 1 feb. (askanews) - "Ben 138 miliardi di euro per tasse e burocrazia, una zavorra per le imprese italiane e per l'intero Paese che perde a causa loro molti punti di pil. Lo studio della Cgia di Mestre dimostra quanto Forza Italia va dicendo da tempo: fare impresa nel nostro Paese sta diventando un atto di eroismo e la responsabilità è innanzitutto di chi dovrebbe promuovere il libero mercato e la concorrenza, cioè lo Stato, che, invece, li ostacola. Invece di far finta di tagliare il cuneo fiscale, il governo dovrebbe intervenire subito su tasse e burocrazia. Ecco perché col nostro Movimento siamo impegnati in una raccolta di firme per inserire un tetto alla pressione fiscale in Costituzione e contro la riforma della prescrizione, contro i processi infiniti, che trasformeranno la giustizia nel nostro Paese in una spada di Damocle, che può pendere sulla testa di una persona o di una impresa per tutta la vita: la lentezza del sistema della giustizia civile è già di per sé un deterrente a qualunque investimento. La missione di Forza Italia è chiara: dobbiamo lottare con tutte le nostre forze contro l'oppressione fiscale, contro l'oppressione burocratica, contro l'oppressione giudiziaria e questo è quello che stiamo facendo e che faremo appena torneremo al governo". Così Sestino Giacomoni, membro del Coordinamento di presidenza di Forza Italia e vicepresidente della commissione Finanze della Camera, in una nota.