Fisco, Lega: su regime forfettario governo ancora silente

Red/Lsa

Roma, 30 gen. (askanews) - "La Lega prende atto che al 30 gennaio il governo non ha ancora una risposta sulla decorrenza dei nuovi vincoli introdotti dalla legge di bilancio 2020 per coloro che vogliono aderire o rimanere nel regime forfettario". E' quanto rilevano in una nota i deputati della Lega in Commissione finanze alla Camera, Giulio Centemero, Massimo Bitonci, Laura Cavandoli, Silvia Covolo, Francesca Gerardi, Alberto Gusmeroli, Alessandro Pagano, Paolo Paternoster e Leonardo Tarantino. Il problema riguarda lavoratori dipendenti e pensionati che hanno anche redditi da attività autonome.

"Migliaia di lavoratori dipendenti e pensionati ancora oggi brancolano nel buio. Non sanno se possono usufruire o meno della tassazione flat al 15 per cento fino a 65mila euro di ricavi. Il fatto che il governo temporeggi nella risposta all'interrogazione della Lega - aggiungono i deputati del Carroccio - celandosi dietro a tecnicismi regolamentari, dimostra la totale incapacità a dirimere la questione e il poco rispetto nei riguardi delle categorie interessate. Perché, se la risposta esistesse, potrebbe comunque essere oggetto di un comunicato stampa del Mef o di una circolare interpretativa dell'Agenzia delle Entrate. In ogni caso, auspichiamo che si applichi lo Statuto del contribuente e che la decorrenza inizi dal primo gennaio 2021".