Fisco, Novartis Farma accede alla 'cooperative compliance'

Cro-Mpd

Roma, 26 nov. (askanews) - Novartis Farma SpA, la più importante società del Gruppo Novartis in Italia, ha ricevuto lo scorso 12 novembre formale comunicazione dall'Agenzia delle Entrate dell'accesso al Regime di Adempimento Collaborativo, conosciuto anche come cooperative compliance, istituto attraverso il quale le aziende sono messe in condizione di ottenere certezza preventiva e prevenire eventuali errori grazie alla collaborazione con l'amministrazione finanziaria. In data 18 novembre la società è stata anche inserita nell'apposito elenco pubblicato sul sito istituzionale dell'Agenzia delle entrate.

"L'accesso al Regime di Adempimento Collaborativo è un risultato importante per Novartis Farma e premia la politica improntata all'integrità e alla correttezza che contraddistingue il nostro Gruppo", sottolinea il Country President di Novartis Italia Pasquale Frega, "tra gli obiettivi della nostra azienda, ai primi posti c'è sempre il consolidamento di relazioni trasparenti, leali e ispirate alla reciproca fiducia con le istituzioni e le amministrazioni dello stato, a partire da quella finanziaria. È un presupposto indispensabile per poter esprimere, in modo credibile e autorevole, il nostro ruolo di azienda leader nel settore della salute e di protagonista responsabile della scena economica nazionale".

Il regime di adempimento collaborativo, previsto dal Dlgs 128/2015 e coerente con linee guida in materia sviluppate dall'OCSE, definisce un nuovo modello di rapporti tra l'Agenzia delle entrate e aziende, basato su cooperazione, trasparenza e fiducia reciproca, e consente di interloquire in modo stabile e preventivo sulle questioni fiscali più rilevanti, riducendo così il rischio di contenziosi e favorendo l'adempimento tributario.

Novartis Farma è la prima azienda del settore, ad ex aequo in base a quanto pubblicato sul relativo sito dell'Agenzia delle Entrate, autorizzata a entrare nel ristretto gruppo di imprese ammesse nel Regime di Adempimento Collaborativo, ed è anche una delle pochissime multinazionali a capitale non italiano che abbiano raggiunto questo traguardo.

L'ammissione di Novartis Farma alla cooperative compliance è avvenuta dopo l'accurata verifica, da parte dell'Agenzia delle entrate, dell'idoneità del Tax Control Framework aziendale, cioè dell'efficacia e appropriatezza del sistema di rilevazione, gestione, controllo e riduzione del rischio fiscale, ovvero del rischio di incorrere in comportamenti e azioni che possano essere in contrasto con le norme tributarie.