Fisco, Scoma (Iv): pandemia di tasse senza proroga scadenze

Pol-Afe
·1 minuto per la lettura

Roma, 18 lug. (askanews) - "La violenza e forza distruttrice della pandemia del Coronavirus avrebbe dovuto indurre il Governo a fare di tutto per prorogare i pagamenti fiscali di luglio a quattro milioni e mezzo di aziende, di professionisti, di artigiani, di commercianti e di partite iva che stanno correndo come dei pazzi per cercare di fronteggiare il macigno fiscale che scade il 20 Luglio". Lo afferma in una nota Francesco Scoma di Italo Viva, segretario della presidenza della Camera dei deputati. "Sarebbe stato sicuramente più lungimirante incassare un po' più tardi ma incassare, anziché causare la chiusura indiscriminata di tante piccole realtà imprenditoriali oltre che dare la sensazione a milioni di italiani di vivere in una pandemia di tasse", conclude.