Fisco, Upi: potenziare Province per dare assistenza a piccoli Comuni

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 ott. (askanews) - Potenziare le Province per assicurare presidi adeguati a sostegno degli enti locali su interoperabilità e gestione banche dati. Lo ha detto il rappresentante di Upi, Vittorio Poma, presidente della Provincia di Pavia e di Upi Lombardia, intervenendo in audizione davanti alla commissione Anagrafe Tributaria di Camera e Senato sulle banche dati fiscali.

"Le Province - ha detto il presidente Poma - sono pienamente disponibili a dare il loro contributo alla realizzazione di un'anagrafe tributaria centralizzata, ma per raggiungere questo obiettivo occorre costruire una rete di collaborazione tra le strutture centrali e gli enti locali, considerato che si tratterà di collegare realtà estremamente differenti, sia dal punto di vista tecnologico sia dal punto di vista delle professionalità impegnate nelle diverse istituzioni coinvolte".

"Le Province - ha sottolineato il rappresentante UPI - hanno tra le funzioni fondamentali quelle di assistenza nella raccolta ed elaborazione dati dei Comuni: possono essere i Centri di Competenza in grado di supportare la transizione digitale sui territori per favorire la condivisione delle banche dati pubbliche valorizzando così a pieno il patrimonio informativo. Ma servono competenze e professionalità o si rischia la babele digitale. Un ostacolo che il nostro Paese non si può permettere, se vuole vincere la sfida dell'attuazione del PNRR".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli