Fisico Ereditato: "L'atomica tattica? Certe speculazioni è bene che restino tabù"

(Adnkronos) - "Certe speculazioni dovrebbero restare dei tabù, non si può parlare di qualsiasi argomento venga in mente, di fronte a certe conseguenze distruttive per il genere umano, l’uomo deve tacere". Ad affermarlo in una conversazione con l’Adnkronos è il fisico dell’università di Yale Antonio Ereditato in merito alle possibili armi inedite che il presidente della Federazione russa, Vladimir Putin ha minacciato di utilizzare in Ucraina e al possibile ricorso all'atomica tattica. L’ex direttore del 'Laboratory for High Energy Physics' dell’Università di Berna spiega con fermezza che questi "temi non devono essere minimamente contemplati, dal momento che ci troviamo nell’ambito della pura follia umana, ed è cinico discutere del fatto se una tale arma nucleare, piuttosto che un’altra, sia chirurgica o meno, così come fare una classifica dei danni o una graduatoria delle conseguenze”.

Secondo lo scienziato, “l’uomo non può andare a briglia sciolta, nemmeno soltanto con la parola: abbiamo avuto per decenni il terrore giustificato dell’atomica e ora invece ne parliamo apertamente, con noncuranza, quasi iniziando a 'giustificarla', trattandola come un'eventualità 'normale'. La cosa è troppo grave per essere affrontata come un discorso comune. Da uomo, da scienziato e da pacifista, io mi rifiuto di considerare questa ipotesi. Non si può discutere di qualcosa che porterà alla distruzione del genere umano come se stessimo parlando di un avvenimento qualsiasi”.

“Ci stiamo avvicinando a una situazione inaccettabile e impensabile – ribadisce Ereditato - di fronte alla quale è doveroso tacere. Non si può sdoganare un argomento come le bombe atomiche tattiche, non dobbiamo assolutamente aprire questo vaso di Pandora, e invece sensibilizzare affinché certe speculazioni non vengano portate avanti, anzitutto dai media, discutendo di tutto, per il fatto che il rischio che corriamo è quello dell’estinzione della specie umana... La specie umana, sa, quella che ha creato la Divina Commedia e la Nona Sinfonia di Beethoven “.

(di Cristiano Camera)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli